Lo sport dell’arrampicata è una di quelle attività che si possono praticare tutto l’anno, complice anche il bel tempo che staziona sulla Liguria e sul Finalese in particolare.

L’adrenalina che si produce nello sfidare le leggi della fisica, nel cercare di superare i propri limiti, nel cercare vie alternative, nel confrontarsi con la natura in modo sano, sono alcune delle sensazioni che una permanenza nel campeggio, come campo base per le proprie escursioni, permette in modo economico e logisticamente strategico.

Vi proponiamo solo alcune delle zone limitrofe dove, gli appassionati, potranno cimentarsi:

  • Boragni: 10 settori
  • Rocca di Perti: 19 settori
  • Valle di Rian Cornei : più di 40 settori
  • Monte Cucco: 10 settori

Non possiamo non porre all’attenzione di scalatori e arrampicatori, le falesie ovvero delle coste rocciose con pareti a picco, nelle nostre zone vi consigliamo sicuramente:

  • Bric Scimarco: un muro verticale dalla roccia indimenticabile dove gli itinerari, dal 5c al 7c, sono prevalentemente verticali e tecnici di dita.
  • Nolitudine: di grande interesse per i turisti stranieri, Nolitudine fa parte dei tre settori che danno direttamente sul mare, roccia incredibile con difficoltà dal 4b al 6c.
  • Grotta dell’Edera: una grotta a cielo aperto e di forma cilindrica arrampicabile su tutti i lati dove gli itinerari, dal 6a+ all’8a, sono uno più bello dell’altro.
  • Grotta della Strapatente: uno strapiombo a canne, con itinerari dal 6c all’8b, dove si trova anche uno spettacolare tetto.